Lynda-Gratton
CHANGE MANAGEMENT

Lynda Gratton

Maggior esperta mondiale di comportamento organizzativo

Lynda Gratton ha collaborato con organizzazioni di tutto il mondo per comprendere il futuro del lavoro. È Professore di Management Practice alla London Business School, dove dirige i corsi sulla “Strategia delle Risorse Umane nel Processo di Trasformazione delle Organizzazioni”, considerato il più importante programma sulle risorse umane a livello globale. Il suo libro The Shift, pubblicato nel 2012, analizza l’impatto del mondo in continua evoluzione sulle pratiche e sui processi aziendali, oltre che sulla leadership.

Gratton ha un talento naturale nel riconoscere i trend chiave e nell’identificare i modi in cui i business possono rispondere per restare dinamici, innovativi e competitivi. Durante il corso della sua carriera, Gratton ha fondato l’Hot Sposts Movement e dal 2008 dirige il consorzio di ricerca Future of Work, che riunisce i dirigenti di più di 100 organizzazioni, sia virtualmente che su una piattaforma collaborativa riservata.

Nelle sue pubblicazioni Gratton ha scritto ampiamente sull’interfaccia tra le persone e le organizzazioni e ha previsto come sarà il lavoro nel futuro e come le società dovranno adattare le proprie pratiche di lavoro. Nel 2012 The Shift è stato riconosciuto come miglior libro dell’anno in Giappone ed è stato tradotto in più di 15 lingue. Nel 2015 The Key ha vinto il CMI Management Book of the Year. La sua più recente pubblicazione nel 2017, The 100 Year Life è stata candidata per il Financial Times Business Book of the Year.

Guidare il cambiamento organizzativo
  • Come i leader generano con successo cambiamenti organizzativi e stimolano l’apprendimento in ambienti frenetici e impegnativi
  • Vivere fino a cent’anni: cosa significa per la selezione e lo sviluppo, per il mentoring e il coaching
  • L’impatto di un mondo in continua evoluzione sul futuro del lavoro: imparare le abilità e i comportamenti necessari per rimanere competitivi
  • Il tuo ruolo in quanto leader e come contrastare la naturale avversione al cambiamento del tuo team