Accesso utente

Chiudi

Blog

Brunella Giacobbe
Dec, 16,2013
Effective communication and web marketing consultant. Win-Win evangelist
comments

Le crisi sono ‘naturali’, importanti, necessarie. Lo sappiamo bene, eppure quando ci troviamo nel bel mezzo di una crisi potremmo sentirci incapaci di attingere alle nostre risorse più profonde e ci sembrerà di aver perso tutti i riferimenti. E’ proprio così: abbiamo perso tutti i riferimenti! Interessante, non trovate?
Quando perdiamo tutti i riferimenti abbiamo un terreno nuovo da seminare e tutto da coltivare. A ben guardare, la crisi è un’occasione da non perdere!
 

Brunella Giacobbe
Dec, 12,2013
...
comments

Al World Business Forum di Milano appena trascorso si è parlato, tra i vari argomenti, dei complessi meccanismi che regolano le decisioni del consumatore. Giungendo tutti, sia gli speaker che i partecipanti, alla constatazione che il consumatore compie sovente scelte del tutto irrazionali e imprevedibili.
Ma irrazionali in che senso? Una logica, un motivo, un’intenzione dietro ad una scelta ci sono sempre. Solo che queste sono soggettive e limitate alla soggettività della persona. E quindi piuttosto che di scelte irrazionali, può essere più appropriato parlare di scelte prese in virtù di una ‘razionalità limitata’.

Mark Murphy
Nov, 27,2013
Founder & CEO of Leadership IQ
comments

Dall’autore di bestseller del New York Times e CEO di Leadership IQ, Mark Murphy

Se avete letto il nostro recente studio sul New York Times conoscete già la notizia scioccante secondo la quale nel 42% delle organizzazioni i collaboratori dalle elevate performance sono meno coinvolti di quelli con basse performance. Ma c'è una grande confusione su quali siano le ragioni che motivano le persone. Ad esempio l'89% dei manager intervistati ritiene che il denaro sia il principale motivo per cui i dipendenti lasciano il posto di lavoro. Ma il 91% dei dipendenti intervistati dice che i soldi non hanno nulla a che fare con la loro decisione di lasciare l'organizzazione. Forse i tuoi dipendenti desiderano fare certi orari, una maggiore flessibilità, benefit migliori o l'avanzamento di carriera. Poi ci sono quelli che vogliono solo continuare a fare il loro lavoro, senza essere spinti a salire più in alto. E anche il miglior talento può smettere di dare il meglio quando non sopporta il capo o non si trova bene con i colleghi.